Detrazioni IRPEF 19% solo con pagamento tracciato

di dr. Andrea Mancini · 14 Gennaio 2020

A decorrere dal 1° gennaio 2020, al fine di beneficiare della detrazione IRPEF del 19% (sono escluse le detrazioni con percentuali diverse) degli oneri indicati nell’art. 15 del TUIR e in altre disposizioni normative, il pagamento deve avvenire mediante:

– bonifico bancario o postale;

– ulteriori sistemi “tracciabili”, diversi da quello in contanti, previsti dall’art. 23 del DLgs. 241/97, tra cui carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.

L’utilizzo dei contanti sarà sempre possibile, ma il contribuente perderà il diritto alle detrazioni Irpef.

Spese per medicinali e prestazioni sanitarie escluse dalla tracciabilità
Unica eccezione alla regola dei pagamenti tracciabili, ai fini della detrazione, sono le spese sostenute:

– medicinali, acquistati in farmacia;
– dispositivi medici, come ad esempio occhiali, lenti a contatto, siringhe, termometri, apparecchi per misurazione pressione, test di gravidanza, ecc..;
– prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate dal SSN (Servizio Sanitario Nazionale).
che possono continuare ad essere pagate anche in contanti.

Adempimenti del contribuente in sede di presentazione della Dichiarazione dei Redditi
Per l’acquisto di farmaci e dispositivi medici acquistati in contanti, o per le spese per prestazioni sanitarie pubbliche o private accreditate al SSN, il contribuente dovrà esibire solo gli scontrini fiscali o la fattura/ricevuta fiscale relativo alla spesa sanitaria sostenuta.
Per tutte le altre spese detraibili solo se sostenute con pagamenti tracciabili, il contribuente dovrà obbligatoriamente presentare anche la copia del pagamento tracciato.

Elenco delle spese detraibili solo se sostenute con pagamento tracciabile
Ai fini della detrazione fiscale del 19%, la norma richiama tutte le spese indicate nell’articolo 15 del TUIR per le quali vieta l’utilizzo del contante:
– Interessi passivi mutui prima casa
– Intermediazioni immobiliari per abitazione principale
– Spese mediche (salvo le eccezioni dette in precedenza)
– Veterinarie
– Funebri
– Frequenza scuole e università
– Assicurazioni rischio morte
– Erogazioni liberali
– Iscrizione ragazzi ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi
– Affitti studenti universitari
– Canoni abitazione principale
– Addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
– Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale

Esclusione delle detrazioni fiscali per i redditi alti
Dal 01 Gennaio 2020 le detrazioni previste dall’articolo 15 del Tuir spetteranno per l’intero importo qualora il reddito complessivo del soggetto che le sostiene non superi 120.000 euro.
Mentre sarà limitata in caso di redditi compresi fra 120.000 euro e 240.000 euro, azzerandosi del tutto in caso di redditi complessivi pari o superiori a tale ultimo importo.

Contatta l'Autore

dr. Andrea Mancini

Andrea Mancini e Partners
Contatta l'autore