Ecco i finanziamenti per le piccole strutture turistiche in Molise

di dr. Andrea Mancini · 14 Gennaio 2019

Il nuovo bando della Regione Molise intende promuovere e qualificare lo sviluppo del turismo sostenibile attraverso il finanziamento di progetti volti al potenziamento, al miglioramento e alla riqualificazione dell’offerta turistico-ricettiva ed è rivolto sia alle imprese esistenti che da costituire.
In particolare il bando si rivolge alle seguenti strutture turistiche:
• Sistema Albergo diffuso
• Sistema turismo rurale
• Case e appartamenti per le vacanze e Affittacamere

Il bando ha una dotazione di 16 milioni di euro.
Le domande devono essere presentate dal 15 Gennaio 2019 al 14 Marzo 2019 tramite PEC. Non sarà rilevante l’ordine di presentazione, ma il punteggio che verrà raggiunto dalle domande presentate, in base al quale verrà formata una graduatoria, finanziata fino alla capienza dei fondi messi a disposizione.
I requisiti e i parametri che assegnano punteggi più o meno elevati sono molti, tra cui ricordiamo che avranno un punteggio maggiore i giovani con età inferiore ai 40 anni, le donne, gli investimenti in comuni con minor numero di abitanti e l’incremento occupazionale del progetto.

L’incentivo consiste in un contributo in conto capitale che va dal 10% al 30% delle spese ammissibili nel caso si scelga il regime ESL e fino al 50% nel caso si scelga il regime “de Minimis” (in questo caso il contributo non può superare € 200.000).

Sono ammissibili le seguenti spese, da sostenere successivamente alla data di invio della domanda:
a) acquisto di immobili – max 70% dei punti c), d), ed e)
b) progettazioni ingegneristiche, spese per direzioni lavoro e collaudi previsti per legge, studi di fattibilità, spese per fidejussioni – max 10% dei punti c), d), ed e)
c) opere murarie per ristrutturazione di beni immobili o la realizzazione di nuove volumetrie (solo nel caso di ampliamento)
d) impianti generali (elettrici, idrici, tecnologici)
e) macchinari, impianti specifici, arredi, attrezzature nuovi di fabbrica
f) programmi informatici, brevetti, licenze, know-how, e-commerce, licenze software – max 20% dei punti c), d), ed e)
g) servizi reali relative alle seguenti aree: marketing e vendite, organizzazione e risorse umane, finanza – max 5% dei punti c), d), ed e)
h) Servizi annessi: centri benessere, piscine, bar, ristoranti, ecc.. – max 10% dei punti c), d), ed e)

Le domande verranno esaminate in tre fasi: nella prima si valuterà l’esame di ricevibilità delle domande, nella seconda si valuterà l’esame quantitativo, nella terza si valuterà l’ammissibilità e il merito.

Per chi fosse interessato al bando, considerata la complessità della predisposizione della domanda, è sempre consigliato rivolgersi ad un professionista specializzato nella redazione di bandi pubblici.
Potete trovare il testo integrale del bando e i moduli per la domanda cliccando su Patto per lo Sviluppo della Regione Molise

Contatta l'Autore

dr. Andrea Mancini

Andrea Mancini e Partners
Contatta l'autore