Il vero “Amico del Cuore”

di Antonella De Blasiis · 11 Novembre 2018

Oggi parliamo dell’amico del cuore, un amico prezioso, un piccolo dispositivo salvavita che tutti noi conosciamo con il nome di defibrillatore.                    Secondo quanto sancito dal Decreto interministeriale Sanità-Sport, Decreto Balduzzi, entrato in vigore il 1° luglio 2017, tutte le società sportive sia dilettantistiche sia professionistiche, (fatta eccezione per le associazioni che praticano attività a scarso impegno cardiocircolatorio, come bocce, golf, giochi da tavolo ecc.) hanno l’obbligo di dotarsi di defibrillatori semiautomatici DAE. Lo stesso documento legislativo contiene anche specifiche linee guida inerenti alla dotazione e all’utilizzo del dispositivo, infatti è necessaria la presenza, all’interno del centro sportivo, palestra o quel che sia, di personale formato all’uso del salvavita DAE pronto ad intervenire nel caso in cui, malauguratamente, la persona venga colpita da un arresto cardiocircolatorio.                                                       Nel mio precedente articolo, ho parlato di quali sono i requisiti per una buona scuola di danza e penso che tra le priorità ci sia anche l’acquisto e il possesso di un defibrillatore, per garantire la sicurezza dei propri iscritti e la loro salute. Si è vero, la legge c’è, ma poi il tutto viene lasciato al buon senso dei direttori e dei presidenti delle palestre. Ovunque siano presenti persone che fanno attività fisica o esposte a rischi è bene che questo dispositivo salvavita sia presente e fruibile da tutti. Ricordo io stessa infatti, che dopo aver frequentato il corso di BLSD, al momento dell’acquisto dell’apparecchio solo in 2 lo abbiamo comprato, poiché il costo sì, è un po’ oneroso, ma salvare una vita umana non ha prezzo!!!        Proprio per questo motivo ci tengo davvero a sensibilizzare un po’ tutti, perché la salute resta sempre il bene più prezioso che abbiamo!!!

Contatta l'Autore

Antonella De Blasiis

Termoli Danza
Contatta l'autore