Quando entra un nuovo cliente

di Nicola Montuori · 13 Aprile 2019

Poche settimane fa ho avuto l’occasione di provare personalmente quanto sia importante e determinante saperci fare quando alla porta di un’attività si presenta un nuovo cliente.
Il nuovo cliente ero io e avevo deciso di provare un nuovo “fornitore”. Prendo appuntamento, vado, mi accomodo e comincia. Tutto normale, quattro chiacchiere, finisce, pago e me ne vado.
Noto subito che rispetto al precedente, ho pagato un po’ di più e il servizio nel suo complesso è stato inferiore, sia come approccio sia come contenuto. Insomma non un granchè.
Proprio per questo, decido di provarne un altro, molto più giovane e da poco nel mondo del commercio. Anche in questo caso telefono, prenoto e all’ora concordata vado. Una minima attesa ci può stare, ma dopo un po’ è il mio turno. Sorrisi, domande, cortesia e un servizio al di sopra di quanto mi aspettavo, certamente superiore a quello precedente: mi ha conquistato e il ragazzo non ha più di 26 anni!
Non so quanto di studiato c’è nel suo modo di fare, se gli viene naturale così o ha capito l’importanza di “catturare” un nuovo cliente, sta di fatto che ne ha acquisito uno nuovo!
Mi sforzo ogni giorno di trasmettere ai miei clienti quanto siano importanti oggi, nel 2019, le occasioni che ci si presentano, come quella di poter servire un nuovo cliente, un’occasione che per molti può significare anche la sopravvivenza della propria attività.
Si parla tanto di Amazon, del suo magnate e di come stia contribuendo (purtroppo) a far chiudere tante attività. Ebbene ci sarebbe da andare a scuola da Amazon. Chiunque ha comprato su Amazon, benché sia un mercato online,ha constatato come il cliente si sente curato e coccolato. Non vi risulta? Parliamo allora dell’assistenza (cura) del cliente che Amazon riserva ai suoi, da quando fai un acquisto con la mail dell’acquisto fatto a quando ci avvisa che l’ordine è partito e verrà consegnato il giorno x. Ogni volta che acquisto su Amazon e per fortuna in tanti negozi della mia città, mi sento curato e trattato con i guanti ed è logico che ci torni spesso e volentieri.
Non certo vado ancora da chi non ha capito come si tratta uno che entra per la prima volta nel suo negozio.

Contatta l'Autore

Nicola Montuori

Mediacomm
Contatta l'autore